Servizi di gestione dei pagamenti

Addebiti ricorrenti

Per domiciliare i pagamenti sulle Carte dei Clienti

Se offri servizi che prevedono l'addebito ricorrente in bolletta e/o in abbonamento, puoi consigliare ai tuoi Clienti di domiciliare i pagamenti in questione direttamente sulla loro carta di credito. È una soluzione comoda sia per loro che per te: puoi infatti eliminare i ritardi nei pagamenti da parte del Cliente, ridurre il rischio di insoluto e gli oneri finanziari.
In questo modo, inoltre, hai garantita l'efficienza del processo di incasso delle fatture, la sicurezza delle transazioni, e potrai offrire un servizio aggiuntivo per i tuoi Clienti.
Se vuoi saperne di più, contatta il Servizio Clienti.

prova

Nuove regole di condotta per le transazioni ricorrenti

I Circuiti Internazionali hanno emesso nuove regole di condotta destinate agli Esercenti che si avvalgono di transazioni ricorrenti nei confronti dei Clienti di Carta. Ecco quali:

1. L'Esercente deve proporre e ottenere un esplicito assenso da parte del Cliente di Carta nel momento di attivazione di una transazione ricorrente.

2. Il titolare, per poter fornire un assenso valido, deve essere informato dall'Esercente sui seguenti argomenti:

  • Importo della transazione ricorrente
  • Se l'importo specificato è fisso o variabile
  • Data di addebito dell'importo
  • Se la data di addebito è fissa o variabile
  • Canali di comunicazione tra Esercente e Cliente in merito alla transazione in fase di attivazione.

3. Oltre a quanto specificato nel punto 2, se l'attivazione di una transazione ricorrente non presuppone un pagamento immediato (free trial - periodo di prova gratuito), l'Esercente deve: 

  • Inviare comunque un messaggio di verifica account (account verification message) da sottoporre all'approvazione dell'issuer
  • Una volta ottenuto il consenso alla transazione ricorrente, dare conferma al Cliente entro due giorni lavorativi tramite i canali di comunicazione indicati nell'accordo in merito alla transazione ricorrente.

In caso di variazione delle condizioni della transazione ricorrente, l'Esercente è tenuto a comunicare quanto segue al Cliente di Carta, almeno sette giorni prima della introduzione della variazione:

  • Avviso dell'addebito di pagamento (se dall'ultimo addebito sono intercorsi più di sei mesi)
  • Fine del periodo promozionale dell'offerta (se previsto)
  • Eventuale cambio dell'importo della transazione ricorrente
  • Eventuale cambio della data di addebito della transazione.

Si raccomanda a tutti gli Esercenti coinvolti di adeguarsi al più presto alle nuove regole di condotta e di rendere disponibile qualsiasi informazione richiesta e ricevuta dal Cliente in caso di disputa.

Documenti utili

Guida Esercenti - Nuove regole per le transazioni ricorrenti

Serve aiuto?
Serve aiuto?
Chiedi a Nexi